Lettera di Daniele Acunzo

14/11/2022

Ebbene sì , oggi sono tornato nella fredda Milano ma carico del calore che solo un’esperienza come quella che ho vissuto può darti.

Venerdì 4 siamo partiti io e Lucio Rivera con destinazione Madagascar , sia con l’obiettivo di supportare Valentina Piazza nella gestione di un corso di formazione per quasi 100 corsisti sia per andare a conoscere la realtà con la quale le nostre società sportive si sono gemellati.

Dopo quasi 24 ore tra aereo e tragitto e con qualche piccolo incidente di percorso ( un romazava poco cotto che è stato il mio battesimo africano ) siamo arrivati a Fianarantsoa , sede della comunità di Ambalakilonga gestita da E.S.F. ( Educatori senza Frontiere )

Qui ho incontrato delle persone veramente speciali :

La responsabile Cristina Caruso che con la sua “sicilianità” riesce a gestire egregiamente il centro , la responsabile degli educatori Bianca che oltre ad averci coccolato con i suoi dolci fantastici , riesce a coordinare in modo puntuale i vari educatori del centro , Federica una volontaria ESF che per 4 mesi si occuperà di supportare un progetto sulla disabilità lì in Madagascar , Angelo un custode tanto rumoroso quanto eccentrico , Stella la fantastica segretaria , i vari educatori , i nostri traduttori ” Tulu ” , ” Mensha ” e Mattiew con i quali mi sono divertito un mondo ed i 100 corsisti che si sono dimostrati maturi e capaci di comprendere appieno un argomento difficile come quello proposto.

Come posso poi non citare poi i circa 40 ragazzi della comunità di Ambalakilonga che con i loro sorrisi , gli abbracci e la loro voglia di giocare , conoscere e divertirsi mi hanno fatto commuovere come poco nella vita.

Da questa esperienza ne esco cambiato , felice di aver avuto un nuovo punto di vista sulla vita e sulla necessità di andare ” mora mora ”  ( piano piano ) per verificare quelle che sono realmente le cose importanti e godere appieno della vita.

Bisogna ricordare che questa esperienza è stata volta a conoscere la realtà con la quale ci siamo gemellati e finalmente possiamo comunicarlo ufficialmente , da questa settimana Linea Verde e S. Cecilia ( ed i rispettivi territori ) hanno una nuova squadra nel loro portfolio , questa è distante 8400 km da noi ma non meno importante e formata da tutti i ragazzi della comunità di Ambalakilonga.

Al termine di questa mio resoconto non posso che ringraziare :

  • i miei compagni di viaggio Lucio Rivera e Valentina Piazza con i quali ho scambiato un sacco di risate
  •  la comunità di Ambalakilonga che ci ha fatto sentire a casa
  •  il CSI Milano e CSI per il Mondo per questo fantastico progetto
  • i referenti di Linea verde Eleonora Casella e Roberto Mocco per aver creduto fin da subito nel progetto supportato poi da tutto il direttivo
  • tutti i nostri tesserati e la comunità che grazie alle loro azioni hanno reso possibile tutto ciò.

Veloma Madagascar 🇲🇬

( ci rivedremo e questa è una promessa )

Daniele Acunzo

Scarica la lettera in versione pdf

Lettera Daniele Acunzo