La nostra storia

LA NOSTRA SOCIETA’ :UNA STORIA LUNGA 30 ANNI


La storia di questa società è molto semplice perché è nata dalla felice intuizione dell’allora coadiutore dell’oratorio (Don Giancarlo Brambilla) verso la fine degli anni 70. Questo sacerdote, molto appassionato di sport e inossidabile tifoso juventino stava cercando di aiutare un manipolo di giovanotti, di età compresa fra i 18 e i 25 anni, ad esprimere concretamente le ragioni del proprio cammino di fede attraverso una precisa scelta di servizio per gli altri. L’oratorio di quei tempi non aveva le potenzialità e gli spazi operativi attuali e le persone non disponevano dei potenti “mezzi di comunicazione” odierni (computer, cellulari, internet…) ma avevano l’entusiasmo di una vita di fede vissuta insieme, una grande energia vitale animata da una buona creatività e la determinazione giusta per fare delle scelte che lasciassero un’impronta significativa nel tempo.

 

Vent’anni fa i ragazzi erano molto attirati dalla pratica sportiva, sapevano organizzarsi per fare una semplice partita a calcio sui numerosi campetti esistenti nei vari quartieri (Via Finardi; Via Dante; Via Po, il glorioso “Aldo Riva” e l’oratorio) e sicuramente non avevano molte altre “alternative fuorvianti”. Quindi, facendo leva sulla passione per lo sport che accomunava noi “giovani dell’oratorio” di allora, organizzammo per alcuni anni diversi tornei estivi per bambini e ragazzi durante l’oratorio estivo.

 

La “fame” di sport era così viva e presente che le società allora operanti sul territorio non riuscivano a soddisfare le richieste di iscrizione (l’esatto contrario della situazione attuale nella quale le società si “rubano” gli iscritti per effetto del drastico calo demografico–n.d.r.), quindi i ragazzi che volevano praticare sport dovevano rivolgersi a Cormano o presso i comuni limitrofi. Fu allora che l’oratorio S.Luigi di Cormano, nell’ambito del quale operava da qualche anno l’omonima polisportiva, ci sollecitò opportunamente a prendere la decisione di formare una società sportiva per assorbire le iscrizioni dei ragazzi della nostra frazione che si stavano rivolgendo alla loro struttura. Così, dopo un periodo di apprendistato curato dagli amici del S. Luigi e dopo diverse riunioni organizzative, una domenica sera del 1981 prendemmo la decisione di “dare vita” a questa nuova società.Si trattava di darle subito un nome e curiosamente, utilizzando la tecnica del “brain-storming”, ciascuno dei presenti formulò una proposta e la scrisse su un biglietto. La sorte, per estrazione rigorosamente bendata, cadde su “Linea Verde” che ebbe il sopravvento su altri nomi del tipo “Linea giovane”, “Giovani ribelli” …….